wigs for women wigs for women wigs for women wigs for women wigs for women wigs for women wigs for women wigs for women paula young wigs wigs wig shampoo short hair wigs wigs wigs
Disturbi d'ansia

Disturbi d'ansia

ansiadisturbiL’ansia rappresenta uno stato emotivo a contenuto spiacevole, associato ad una condizione di allarme e di paura che insorge in assenza di un pericolo reale e che, comunque, è sproporzionata rispetto ad eventuali stimoli scatenanti.

La paura ha un significato essenzialmente adattivo per la specie umana, perché ha lo scopo di porre l’organismo nella condizione migliore per affrontare il pericolo e per reagire ad esso con la fuga o con la lotta fronte a stimoli che rappresentano una minaccia per la loro integrità e quindi per la loro esistenza.

In questo senso, la diversa soglia all’ansia e alla paura avrebbe un substrato genetico-costituzionale.

La previsione di pericoli potenziali ha rivestito un importante significato adattivo anche per l’uomo del passato, costretto a vivere in ambienti ricchi di agguati e di pericoli. Paure oggi considerate disadattive perché sproporzionate alla minaccia reale, e quindi che possono sfociare in vissuto di malessere psicologico; in questo senso è importante operare una distinzione tra ansia patologia e ansia patologica.

L’ansia può essere definita normale quando non compromette le capacità prestazionali, bensì aumentano ed il soggetto riesce a realizzare un adattamento ottimale all’ambiente.

D’altro canto possiamo considerarla patologica quando in termini di adattamento impedisce all’individuo di vivere in armonia con se stesso e con il proprio ambiente, determinando elevati livelli di sofferenza.

  • L’ansia generalizzata si caratterizza per uno stato duraturo di ansia, eccessiva ed irrealistica, con preoccupazioni relative a svariate circostanze esistenziali ed anticipazione pessimistica di eventi negativi. L’ansia e la preoccupazione posso essere associate con altri sintomi quali: stanchezza, difficoltà a concentrarsi o vuoti di memoria, irritabilità, tensione muscolare, alterazione del sonno.
  • L’attacco di panico indica un episodio a carattere critico di ansia e terrore ad insorgenza improvvisa, e di durata limitata nel tempo (solitamente 10 minuti), con marcati fenomeni neurovegetativi, ed associato ad un vissuto soggettivo di tipo catastrofico. I sintomi che possono caratterizzare l’attacco di panico sono: palpitazioni, cardiopalmo o tachicardia, sudorazione, tremori fini o a grandi scosse, sensazione di soffocamento, dolore o fastidio al petto, nausea o disturbi addominali, sensazioni di sbandamento, di instabilità, di testa leggera o di svenimento, derealizzazione (sensazione di irrealtà) o depersonalizzazione (essere distaccati da se stessi), paura di perdere il controllo o di impazzire, paura di morire, parestesie (sensazioni di torpore o di formicolio), brividi o vampate di calore
  • Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC) è un disturbo d’ansia caratterizzato generalmente dalla presenza di ossessioni e compulsioni, anche se in alcuni casi possono essere presenti ossessioni senza compulsioni. Le ossessioni sono pensieri intrusivi- oppure immagini o impulsi- che si presentano alla mente del paziente contro la sua volontà e vengono vissuti come qualcosa di disturbante. Le ossessioni sono comportamenti ripetitivi osservabili oppure mentali, allo scopo di ridurre momentaneamente il disagio causato dalle ossessioni
  • La fobia specificaè la paura di una situazione o di un oggetto, immotivata o sproporzionata rispetto al pericolo reale rappresentato da essi e tale da sfuggire al controllo del soggetto; non può essere spiegata in termini razionali. (per es., volare, altezze, animali, ricevere un’inienzione, vedere il sangue);
  • Il Disturbo Post-traumatico da stress (DPTS) può insorgere dopo aver assistito o essere stati coinvolti in un incidente, un’aggressione o altri eventi estremamente minacciosi o stressanti, determinando un senso di paura intensa, sentimenti di impotenza o di orrore. Nel DPTS la persona rivive di continuo nella memoria un’esperienza traumatica, mantenendo uno stato costante di attivazione emotiva elevata (iperarousal ) e tende a evitare persone e luoghi associati all’evento stressante.

I sintomi del DPTS includono: trasalire facilmente, sentirsi ansiosi o irritabili,difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno, difficoltà a concentrarsi, avere ricordi intrusivi dell’accaduto durante le attività quotidiane o incubi notturni relativi all’evento , esagerate risposte di allarme.

Se soffrite di DPTS potreste contribuire al protrarsi del vostro disagio interpretando in maniera errata i normali sentimenti di sofferenza causati dall’evento, cercando di evitare le situazioni in cui si è verificato il trauma e gli elementi che possono richiamare l’evento alla mente o tentando con tutte le forze di sentirvi sempre al sicuro.

Share